Sezione speciale “Presidenza del Consiglio dei Ministri
 

Sezione speciale BEI


BEI

La Sezione speciale di garanzia "Progetti di ricerca e innovazione" (Sezione speciale BEI) è riservata alla concessione di garanzie su un portafoglio di finanziamenti concessi dalla Banca europea per gli investimenti (BEI), destinati alla realizzazione di grandi progetti per la ricerca e l'innovazione industriale.

La Sezione speciale BEI è stata istituita dalla legge si stabilità 2014 (L.147 del 27 dicembre 2013). Il decreto del Ministro dello sviluppo economico di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze del 6 novembre 2015, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 14 del 19 gennaio 2016, ne ha definito le modalità attuative nell’ambito dell’iniziativa “Risk sharing finance facility per l’innovazione industriale”.

A fronte di un portafoglio di finanziamenti di valore non inferiore a 500 milioni di euro, il Fondo, attraverso la Sezione speciale BEI, interviene con una copertura massima del 20% dell’ammontare nominale del portafoglio stesso, pari ad un importo massimo garantito di 100 milioni di euro.
Il portafoglio garantito dal Fondo attraverso la Sezione speciale BEI è composto dai finanziamenti erogati dalla BEI direttamente alle imprese (finanziamenti diretti) e da quelli erogati dalla BEI a banche e intermediari finanziari (finanziamenti intermediati). Le banche e gli intermediari finanziari dovranno utilizzare i predetti finanziamenti per erogare a loro volta finanziamenti alle imprese beneficiarie finalizzati al sostegno dei progetti ammissibili (finanziamenti dipendenti).

I finanziamenti diretti e dipendenti possono essere concessi a imprese di qualsiasi dimensione, con particolare riguardo a PMI, reti di impresa e raggruppamenti di impresa.

Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetti:

  • progetti di ricerca, sviluppo e innovazione finalizzati alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti;
  • progetti caratterizzati da un elevato contenuto innovativo e/o tecnologico, finalizzati alla industrializzazione di prodotti, servizi o processi;
  • altri progetti che BEI consideri ammissibili e finanziabili a titolo di innovazione sulla base delle proprie linee di valutazione.

I singoli progetti, da realizzare sul territorio nazionale, devono avere una dimensione finanziaria:

  • non inferiore a 15 milioni di euro nel caso di finanziamenti diretti;
  • compresa tra 500 mila e 25 milioni di euro nel caso di finanziamenti dipendenti.

I finanziamenti possono coprire fino al 50% del progetto, con l’eccezione dei finanziamenti dipendenti a favore di PMI e Midcap che possono arrivare fino al 100% del progetto, qualora non superiori a 12,5 milioni.

Le richieste per l’accesso ai finanziamenti, sia diretti che intermediati, sono valutate in piena autonomia da BEI. La richiesta di ammissione alla garanzia e tutti i successivi adempimenti nei confronti del Fondo di garanzia sono effettuati direttamente da BEI.

Richieste di informazione relative alle modalità di accesso ai finanziamenti, sia diretti sia intermediati, da parte di imprese, banche e intermediari devono essere presentate all’infodesk della BEI all’indirizzo di posta elettronica info@eib.org .